I NOSTRI PROFESSIONISTI

Dott. Pablo Zuglian

Medico, Psichiatra e Psicoterapeuta - Dottore di Ricerca in Neuroscienze

Ciao, sono Pablo Zuglian, psichiatra, psicoterapeuta e neuroscienziato. Sono qui per raccontarvi una storia. Quando ho iniziato a lavorare mi sono trovato, abbastanza presto e quasi per caso, ad occuparmi di disturbi alimentari e di problematiche legate all’adolescenza e ai blocchi evolutivi che questa comporta. Ammetto di essermici appassionato, in particolare per le incredibili risorse che ho visto in loro e di come spesso, quando riuscivano a loro volta a vederle, sbocciavano in modo completamente nuovo. Ho così pensato di costruire un luogo dove l’identità, e la sua costruzione, è al centro di ogni progetto, terapeutico e professionale, dove le differenze ci permettono di crescere conoscendoci sempre meglio IPSI è nato con questo desiderio e questa spinta.


Dott.ssa Roberta Manfredi

Psicologa e picoterapeuta - Area Neuropsicologia

Ciao. Sono Roberta Manfredi, psicologa psicoterapeuta ad indirizzo cognitivo-neuropsicolgico. Se rifletto sulle motivazioni che mi hanno portata ad appassionarmi di questo lavoro devo andare molto indietro nel tempo dove rivedo in ogni fase della mia vita l’interesse costante e stimolante per i racconti degli altri, per le loro storie di vita e per i pensieri volti a comprendere il perché di comportamenti, azioni e avvenimenti. Mi sono accorta spesso delle sofferenze, dei traumi, delle fatiche, delle negazioni e di quanto questi aspetti influissero sui progetti di vita e sulla loro autenticità dando origine , in alcuni casi, anche a patologie durature nel tempo. Ho cercato così, attraverso il mio percorso di studio, di approfondire la mia conoscenza dell’altro, dell’essere umano, di cercare di aiutare a comprendere e ad attribuire un significato alle esperienze dolorose per trovare strade nuove e modi più autentici e sereni di “stare nel modo”. In Ipsi sono responsabile dell’area “Disturbi d’ansia e dell’umore” ed oltre a questo mi occupo del trattamento dei disturbi del comportamento alimentare.


Dott. Sergio De Cillis

Psicologo e Psicoterapeuta, terapeuta EMDR Practitioner - Psicologo dello Sport

Sono Sergio De Cillis, Psicologo e Psicoterapeuta ad indirizzo Psicodinamico, in IPSI sono responsabile dell’Area Trauma e Psicodiagnosi. Ho approfondito le mie competenze attraverso la formazione e lo studio della terapia EMDR ed integrandola con il Master in Psicotraumatologia. La mia pratica clinica è orientata alla comprensione del disagio psichico in persone in età evolutiva e questo mi ha inevitabilmente condotto al lavoro diagnostico e clinico con i genitori. La terapia EMDR, insieme all’approccio psicodinamico, mi hanno aperto le porte delle neuroscienze. Occupandomi di età evolutiva ho inoltre approfondito l’area dei Disturbi Specifici dell’Apprendimento. Per quest’ultimo gruppo diagnostico mi occupo di “prima certificazione” ma soprattutto sono interessato ai processi (ri)abilitativi. L’optometria comportamentista mi ha suggerito nuove strategie per aiutare coloro i quali manifestano severe difficoltà in campo scolastico ma anche strumenti per lavorare con atleti di differenti discipline. Psicodinamica, Trauma, Psicodiagnosi, Sport, competenze visuo-spaziali e visuo-motorie mi hanno permesso di coniugare l’interesse che da sempre nutro per corpo e mente. Infine collaboro con la Cattedra di Psicologia Dinamica dell’Università Bicocca in qualità di “Cultore della Materia”, tale rapporto mi ha permesso di mantenere sempre vivo l’interesse accademico.


Dott.ssa Marina Gallo

Psicologa e psicoterapeuta - Psicologia Gerontologica

Sono Marina Gallo, psicologa e psicoterapeuta ad orientamento psicoanalitico, in IPSI sono responsabile dell'area anziani e patologie organiche. Da diversi anni ormai sono a contatto con temi relativi all'invecchiamento e alla malattia e ho potuto constatare come la mente, a dispetto del corpo, non invecchi e come la malattia possa, per molti aspetti, non essere limitante. E' forse questo che mi ha dato la forza e la voglia di continuare a lavorare in questi campi. Sono fermamente convinta che ci sia sempre un futuro da poter costruire e che pensare e lavorare a questo possa essere molto d'aiuto anche quando i limiti, e i relativi lutti, si impongono. Altro campo di mio interesse è il deterioramento cognitivo e la demenza, sono socia e formatrice del Gruppo Anchise. Trovo molto stimolante poter riscoprire continuamente la persona eclissata dai suoi deficit e aiutarla a ritrovare momenti "felicità possibile". Mi occupo infine più in generale di caregiving, di quel faticoso compito di prendersi cura dell'altro nelle relazioni genitoriali, filiali, di coppia, formali ed informali.


Dott.ssa Marta Marabelli

Psicologa e psicoterapeuta - Disturbi Legati alla Coppia e alla Sfera Sessuale

Ciao, sono Marta Marabelli, lavoro con adulti e coppie su tematiche relative all'affettività, alla coppia e alla sessualità. Spesso mi chiedono perché me ne occupo. La verità è che è stato totalmente inaspettato. Parlando con i miei pazienti molto spesso abbiamo fatto conversazioni oneste, illuminate e provocatorie su relazioni e sessualità. Mi ha sempre affascinato la vastità del tema dell'affettività e della sessualità, ho scoperto che gli aspetti più tradizionali di una cultura e i cambiamenti più radicali in una società avvengono intorno alla sessualità. Volevo astenermi dall’offrire soluzioni semplicistiche e quindi mi sono messa a studiare il desiderio, l'affettività, la sessualità e la coppia. L’idea moderna dell’amore è avvincente. Non abbiamo mai avuto così tante aspettative dalle nostre relazioni, non abbiamo mai avuto così tante possibilità di scelta e questo ci obbliga a ripensare all’amore e alla coppia. La terapia in queste aree è difficile, ma finché il mio cervello funziona posso studiare, informarmi e lavorare. Penso davvero che la qualità della nostra vita dipenda dalla qualità delle nostre relazioni affettive!


Dott.ssa Anna Paladino

Psicologa e psicoterapeuta

Sono Anna Paladino, psicologa e psicoterapeuta ad indirizzo psicodinamico, ho iniziato la mia attività clinica in ambito ospedaliero occupandomi di aspetti cognitivi e psicologici correlati alle patologie neurologiche e neurodegenerative. Il confronto con medici ed altre figure professionali è sempre stata una costante nel mio lavoro: lo trovo fondamentale per la crescita del professionista come per il bene della persona che chiede aiuto. Amo la mia professione perché è ricca di stimoli, obbliga ad interrogarsi e mettersi in gioco costantemente: aiutare l’altro richiede la disponibilità a guardarsi dentro e ad approfondire quella che è la dimensione personale e relazionale di colui che chiede aiuto. Da circa vent’anni mi occupo di balbuzie, un disturbo complesso che mi ha spinta ad integrare una formazione gruppale in aggiunta alla mia formazione individuale. In IPSI mi occupo di disturbi alimentari: anni orsono ho incrociato quasi casualmente questo tipo di sofferenza, e ne sono rimasta affascinata per la sua poliedricità. Questi disturbi reclamano la necessità di uno studio e aggiornamento continui, ma anche la necessità di un costante confronto in équipe, al fine di considerare i bisogni sia di chi soffre direttamente che delle persone che vivono accanto. Lettura, teatro e meditazione rappresentano i miei compagni di viaggio.


Dott.ssa Federica Barbaglia

Psicologa e psicoterapeuta

Sono Federica Barbaglia, psicologa e psicoterapeuta ad indirizzo cognitivo neuropsicologico. Come mi sono avvicinata al mondo della psicologia? Mi hanno sempre affascinato le storie di vita, le sofferenze, le strategie e le diverse modalità di stare al mondo di ogni individuo. Nel mio percorso di formazione ho quindi cercato di comprendere e studiare il modo proprio dell’essere umano di affrontare la vita e le problematiche, di rileggere le esperienze che contraddistinguono la storia personale assolutamente unica e irripetibile di ognuno di noi. Ogni storia è per me ogni volta un nuovo viaggio ricco di scoperte. In Ipsi sono responsabile dell’area dei disturbi della personalità e di autismo. Il mio interesse per il funzionamento autistico parte con un’esperienza sul campo con questi pazienti dai quali ho subito imparato a guardare il mondo con occhi diversi: mi appassiono alle loro storie e mi occupo di trattare le problematiche individuali e familiari di ognuno di loro cercando di costruire dei percorsi di vita soddisfacenti. Ho imparato così a lavorare in rete, fonte inesauribile di stimoli, potendomi confrontare e crescere insieme a numerosi colleghi. Mi occupo inoltre di disturbi ossessivo-compulsivi e di tutte le sfumature legate a questa problematica.


Dott.ssa Gloria Galbiati

Psicologa e psicoterapeuta

Sono Gloria Galbiati, psicologa e psicoterapeuta, specializzata in psicoterapia dell’infanzia e dell’adolescenza. Ho una formazione ad orientamento psicoanalitico che mi porta a ricercare i processi e i significati inconsci che regolano la vita cognitiva, affettiva e relazionale delle persone. Penso che il mio lavoro non debba limitarsi ad offrire al giovane paziente uno spazio per rappresentare ed elaborare la propria sofferenza, ma proporsi di avere cura della relazione genitori- figli. Coinvolgere i genitori nel percorso terapeutico significa offrire loro l’opportunità di riflettere, scoprire significati e comprendere le manifestazioni e il mondo interno dei figli creando così nuove possibilità di incontro e di sintonizzazione tra loro e, al contempo, fornendo un luogo dove i loro vissuti di genitori possano essere accolti. Questo comporta la strutturazione di setting flessibili e mutevoli che possono prevedere sedute individuali o congiunte. Se dovessi menzionare momenti particolarmente significativi del mio percorso formativo non potrei omettere l’esperienza di Infant Observation, l’osservazione partecipe del neonato elaborata da Esther Bick, che mi ha aiutato a sviluppare una sensibilità verso gli aspetti preverbali e impliciti della relazione e della comunicazione così preziosi nel lavoro terapeutico. Presso Ipsi mi occupo principalmente di psicopatologia dello sviluppo con particolare riferimento ai Disturbi della Nutrizione e dell’Alimentazione e di sostegno alle funzioni genitoriali.


Dott. Umberto Provenzani

Direttore sanitario, psichiatra e psicoterapeuta

Sono Umberto Provenzani. Ho conseguito la specializzazione in Psichiatria e sto finalizzando un Dottorato di Ricerca in Psicologia, Neuroscienze e Data Science presso l'Universitá di Pavia. Durante la mia formazione ho approfondito la tematica dei Disturbi di Personalitá con un training MBT (Mentalization-based Therapy) presso l'Anna Freud Centre di Londra e, nella stessa cittá, ho collaborato per due anni con il King's College con un focus sulle tecniche di ricerca e sul trattamento dei pazienti ad alto rischio di psicosi (CHR). Sono in supervisione personale e didattica presso uno psicoterapeuta SPI (Societá Psicoanalitica Italiana) dal 2019. La mia esperienza professionale comprende la consulenza in comunitá psichiatrica per pazienti autori di reato e sono attualmente assegnista di Ricerca presso il Dipartimento di Scienze del Sistema Nervoso e del Comportamento di Pavia. Collaboro come consulente psichiatra presso IPSI dal 2020, ponendo al centro della relazione terapeutica il lavoro di presa in carico multidisciplinare e l'importanza di fornire al paziente un percorso altamente individualizzato, incentrato sulla valorizzazione delle risorse personali.


Dott. Giulia Scarpellini

Psicologa e psicoterapeuta

Sono Giulia Scarpellini, psicologa e psicoterapeuta, specializzata in psicologia psicoanalitica del Sé e psicoanalisi relazionale (ISIPSE). Mi sono laureata nel 2012 in Psicologia Clinica dello Sviluppo e Neuropsicologia presso l’Università Milano- Bicocca. Negli anni di formazione ho sempre cercato di integrare gli studi con ciò che avviene nel vivo delle relazioni della persona con i propri contesti di vita. Per questo motivo, dopo l’università, ho scelto una scuola di specializzazione che mi permettesse di costruire ponti tra la teoria psicoanalitica e i modelli teorici emergenti dall’osservazione empirica dello sviluppo della soggettività all’interno della relazione madre-bambino. La psicoanalisi relazionale e la Teoria dell’Attaccamento mi portano a valorizzare il sentire derivante dall’incontro con la persona nella molteplicità delle sue dimensioni per validarne il significato individuale e intersoggettivo. I risultati delle ricerche mi insegnano a stare sul momento presente e a considerare i contesti affettivi impliciti in esso emergenti come occasioni di trasformazione dell’esperienza individuale e relazionale. In IPSI mi occupo, in particolare, di disturbi della nutrizione e dell’alimentazione (DNA), area clinica approfondita durante gli anni di specializzazione prendendo parte a un’équipe multidisciplinare del reparto per disturbi alimentari dell’IRCCS Fondazione Stella Maris (PI). Ho così avuto modo di perfezionare il sapere psicoanalitico sui DNA con il sapere fare necessario per la progettazione di interventi terapeutici integrati ed efficaci. Il percorso psicoterapeutico con queste pazienti impone la necessità di creare uno spazio di pensiero condiviso tra i diversi specialisti che se ne occupano. Lavoro con pazienti minori/giovani adulti e le loro famiglie nel tentativo di co-costruire spazi relazionali creativi in cui riconoscere ed esprimere gli aspetti del sé disconosciuti, ristabilire connessioni tra corpo e mente, tra Sé e Altro, e incoraggiare così l’esperienza della propria soggettività nel mondo. Amo del mio lavoro essere testimone del potenziale trasformativo che si cela sotto la sofferenza. Mi piace leggere il dolore che si esprime attraverso il corpo come tendenza del sé verso l’integrazione.


Dott. Viola Malgrati

Psicologa e psicoterapeuta

Sono Viola Malgrati, psicologa e psicoterapeuta a indirizzo psicoanalitico. Fin da subito mi sono dedicata con curiosità al complesso mondo delle relazioni intrafamiliari. Mi interessava capire fino in fondo cosa significasse “conflittualità sana” e cosa ricadesse invece sotto il nome “violenza”. Così, mi sono occupata di violenza sottoforma di maltrattamenti in famiglia agiti da minori - presso l’Ufficio di Servizio Sociale per i Minorenni di Milano - sia in quanto violenza di genere - presso un centro antiviolenza di Milano. Ho avuto modo di approfondire la clinica delle relazioni intime e familiari anche in ambito consultoriale, offrendo percorsi di supporto psicologico individuale e di coppia, sostegno alla genitorialità e occupandomi di iter adottivi. Attualmente lavoro come psicologa scolastica, garantendo spazi di ascolto e confronto, individuali e di gruppo, a personale scolastico, ragazzi/e preadolescenti e adolescenti e alle loro famiglie. Inoltre, mi sto formando come educatrice Mindfulness con l’obiettivo di offrire psicoterapie quanto più possibile personalizzate e integrate. Presso IPSI mi occupo dell’area dell’affettività, offrendo percorsi di psicoterapia individuale e di coppia. Il filo rosso che orienta il mio lavoro è quello di aiutare le persone a intercettare i loro bisogni e quelli del/della partner, che troppo spesso nei momenti di difficoltà non trovano un adeguato spazio di espressione, condivisione e contrattazione. L’obiettivo? Scoprire assieme se sia possibile costruire nuovi equilibri più soddisfacenti, che garantiscano il legame pur nel rispetto di spazi di espressione individuale, libera e creativa.


Dott.ssa Sabina Rasia

Psicologa e psicoterapeuta

Psicoterapeuta ad orientamento psicanalitico specializzata nel trattamento di adolescenti ed adulti. La lunga esperienza clinica maturata all’interno di diversi contesti ospedalieri e privati mi ha permesso di conoscere ed approcciare il disagio psichico nelle sue diverse forme ed intensità di espressione, con particolare attenzione ai disturbi relazionali ed affettivi connessi a periodi critici di vita quali passaggi evolutivi, crisi esistenziali, perdite e lutti. Il costante interesse clinico-scientifico mi ha portato ad ampliare la mia formazione ed attività professionale nell’area della Neuropsicologia e Psiconcologia. In area Neuropsicologica mi occupo di diagnostica e riabilitazione dei disturbi Neuro-Cognitivi acquisiti e degenerativi in soggetti adulti-anziani, anche con il supporto di metodiche di neuromodulazione elettrica non invasiva. In ambito Psiconcologico collaboro con una delle più ampie realtà non profit per l’assistenza specialistica domiciliare per i malati di tumori e loro caregivers. L’attività clinica si integra con la partecipazione, in veste di relatore, a corsi di formazione per il personale sanitario, eventi promulgativi sul territorio nazionale di prevenzione e promozione alla salute.


Dott.ssa Antonella Franchetti

Psicologa e psicoterapeuta

Sono Antonella Franchetti, psicologa e psicoterapeuta ad orientamento ermeneutico fenomenologico. Il mio interesse nell’approfondire e coltivare l’attività formativa e clinica, partendo da tale approccio, nasce dal modo in cui la fenomenologia consente di mettere al centro del lavoro clinico con il paziente l’indagine della sua esperienza e il vissuto che da essa si dispiega; l’ermeneutica prosegue questa indagine andando a cogliere i significati personali, cioè il modo in cui l’individuo prende posizione rispetto alle proprie esperienze e attribuisce loro un significato. Tutto ciò mi ha consentito di avvicinarmi alla sofferenza espressa nelle storie delle persone che ho incontrato e incontro nel mio lavoro, riconoscendo il duplice ruolo della stessa. Infatti, se la sofferenza da una parte pone una battuta d’arresto costringendoci ad affrontare quanto lasciato in sospeso e fonte di malessere, parallelamente richiama l’Altro a sé, consentendo quindi, anche attraverso l’incontro con il terapeuta e la realizzazione di un percorso individualizzato, di costruire insieme alla persona quell’opera di individuazione dei modi di essere disfunzionali che “porta su di sé”, assumendo un potente valore disvelatore che può generare un cambiamento. Da alcuni anni lavoro in contesti terapeutici comunitari che affrontano la tossicodipendenza, dove sono attivi percorsi in regime residenziale, occupandomi di affiancare gli ospiti nella cura di sé attraverso la stesura di progetti individualizzati, colloqui psicologici, incontri di gruppo, incontri formativi ed educativi. Negli ultimi tre anni ho approfondito le mie conoscenze e competenze nell’ambito della violenza di genere e delle dinamiche della violenza nelle relazioni affettive e familiari, collaborando con uno dei Centri Antiviolenza del territorio dove, attualmente, svolgo attività di supporto psicologico e affiancamento operativo con donne che affrontano la violenza attraverso la co-costruzione di percorsi di uscita da situazioni di violenza, oltre a svolgere attività di prevenzione e formazione. Ciò che mi ha coinvolto e spinta ad approfondire lo studio e il lavoro in tali ambiti nasce proprio dall’essermi confrontata con esistenze e forme di sofferenza che avevano smarrito il contatto con il loro mondo affettivo, relazionale, valoriale e dove l’incontro, nell’ambito della relazione terapeutica, rappresentava e rappresenta la possibilità di favorire un passaggio dalla focalizzazione su tali esperienze disfunzionali che generano una sofferenza, la cui potenza emotiva, identitaria e di significato vincola la persona in un ginepraio di possibilità vuote e distruttive, ad una riappropriazione di aspetti di sé narcotizzati, non cristallizzando la propria identità nel riconoscersi e co-percepirsi a partire da tali espressioni della sofferenza individuale, favorendo la riassunzione su di sé della responsabilità della propria esistenza, generando nuove possibilità. Presso IPSI mi occupo di psicopatologia generale, collaborando sul piano formativo e clinico con l’area “Disturbi d’ansia e dell’umore” attraverso percorsi rivolti ad adolescenti e adulti e con l’area “Coppie e Sessualità” attraverso percorsi di psicoterapia individuale e di coppia, per affrontare le difficoltà legate alla sfera dell'affettività e della sessualità.


IPSI S.R.L.S. - Sede Legale: MI - Registro Imprese di MILANO MONZA BRIANZA LODI - REA PV-303502 - Piazza Caiazzo 2 - 20124, Milano. Via Sant'Ennodio, 18 - 27100, Pavia. P.IVA/CF 10549940962 - Dir. San. Dr. Umberto Provenzani